La vendemmia nella terra di Puglia
L'alba della vendemmia

E' il primo giorno della vendemmia, momento atteso tutto l'anno: poco prima dell'alba ci si alza per preparare da mangiare per tutti i partecipanti, circa una ventina, eccitati dalla ricorrenza annuale.

Allegria, odori e suoni

Per le strade trattori che si incrociano: alcuni colmi di grappoli pendenti, altri con un rimorchio che trasporta uomini e donne che ridono e scherzano, in un'atmosfera di allegria generale. Già si sente il profumo del mosto, proveniente dalle piccole cantine familiari di coloro che hanno anticipato le attività; l'aria è rallegrata dal ronzio delle api. I macchinari si fermano: è ora di mangiare. Il pranzo consiste in pane e formaggio, friselle con i pomodori; tutti si avvicinano esausti, dalla ragazzina tredicenne al nonno ottantaduenne. Seppur stanche ed affamate, inebriate dal profumo di uva e pomodoro fresco, tutte queste persone sembrano ancora felici; insudiciate ma con la voglia di continuare a lavorare e di scherzare.

La fine della vendemmia in Puglia
La fine della vendemmia

Si finisce il lavoro giornaliero, così come quello dell'intera vendemmia; si torna a casa commentando questa esperienza comune: come sarà il vino, il suo sapore, la gradazione; un pò sarà anche per merito mio, così un giorno ricorderò tutto questo con allegra nostalgia. (Grazia Corrente)